Vaglia Postale: Cos’è e Come Funziona, Costi, Vaglia Circolare, Come Farlo Online

Nonostante oggi la maggior parte degli utenti sia titolare di un conto corrente bancario o postale ed abbia a disposizione le modalità telematiche di trasferimento di flussi di denaro (bonifici Sepa soprattutto), può accadere che, talvolta, sia necessario inviare una certa somma di denaro anche a chi non è titolare di un rapporto di conto corrente. In questo caso, il mezzo più utilizzato è senza dubbio un servizio offerto da Poste Italiane: il vaglia postale.

A seconda delle esigenze dell’utente e del destinatario, sono quattro le diverse tipologie di vaglia postale tra cui scegliere:

Il vaglia postale ordinario

Si tratta certamente di un servizio storico offerto da Poste Italiane, ma ancora di grande attualità. Tramite il vaglia ordinario è possibile inviare una certa somma di denaro senza che, nè il richiedente nè il beneficiario, siano titolari di un conto corrente.


L’utente potrà recarsi a qualsiasi sportello postale munito di documenti di identità e codice fiscale e, previa la compilazione dell’apposito modulo, potrà richiedere l’emissione del vaglia addebitando direttamente il suo conto corrente postale, utilizzando la sua carta di credito o bancomat, oppure consegnando direttamente il contante.

Il vaglia ordinario ha un limite di importo massimo trasferibile di Euro 2.582,28, ma nulla vieta all’utente di richiedere l’emissione di più vaglia postali.

Una volta emesso il vaglia verrà recapitato direttamente all’indirizzo del beneficiario che avrà due anni di tempo per incassarlo. L’incasso potrà essere richiesto presso qualsiasi sportello postale dove verrà effettuato il pagamento dopo opportuna identificazione; qualora il beneficiario lo desiderasse potrà anche versare il titolo sul suo conto corrente bancario o postale.

Solo per vaglia inferiori ai 1000 euro e privi della clausola di non trasferibilità, il beneficiario potrà anche trasferire il credito ad un terzo apponendo la sua firma di girata.

Qualora il richiedente del vaglia lo desiderasse, è prevista la possibilità di inserire anche un breve messaggio di accompagnamento al titolo.

Il vaglia circolare

Con questa particolare tipologia di vaglia, oltre ai vantaggi di quello ordinario, sono previste alcune peculiarità che lo rendono particolarmente utile.
Innanzi tutto con il vaglia circolare, si supera il problema di importo massimo per titolo, infatti è privo di limitazioni di importo e può essere emesso per qualsiasi cifra.

Il richiedente, inoltre, ha la possibilità anche di consegnare personalmente il vaglia al beneficiario che potrà incassarlo in contanti presso qualsiasi sportello bancario oppure mediante accredito sul conto corrente.

Il vaglia internazionale

E’ lo strumento offerto da Poste Italiane per trasferire o ricevere denaro dall’estero. Può essere richiesto presso qualsiasi sportello sia da titolari di conto corrente postale che in contanti. Il vaglia viene generalmente recapitato al beneficiario in una decina di giorni. Il termine entro il quale può essere incassato un vaglia internazionale in Italia dipende del paese che lo ha emesso. Per paesi dell’Unione Europea è un mese oltre a quello di emissione. Per vaglia provenienti da paesi extra Ue, invece, il termine diventa di tre mesi.

Un vaglia proveniente dall’estero può anche essere trasferito ad un terzo solo se non reca la clausola “pagabile a mani proprie”. Per quel che riguarda, invece, l’importo trasferibile viene espresso nella valuta del beneficiario ed i limiti massimi previsti sono differenti da Paese a Paese.

Il vaglia veloce

E’ un particolare strumento telematico di trasmissione del denaro. Tramite il vaglia veloce una certa somma, non superiore a euro 2.582,28, viene trasferita immediatamente ad un beneficiario.

Viene richiesto presso qualsiasi sportello di Poste Italiane previa la compilazione di un apposito modulo e la scelta di una parola chiave dalla lunghezza compresa tra i 3 ed i 16 caratteri.

Il beneficiario potrà riscuotere la somma entro trenta giorni dall’emissione, solo dopo opportuna identificazione anagrafica e soltanto dopo che avrà comunicato l’importo, il numero di riferimento e la parola chiave specifica del titolo.

Tutti i vaglia postali possono essere rimborsati al richiedente in caso di irreperibilità del beneficiario; e al beneficiario stesso in caso di smarrimento o furto del titolo con apposita denuncia alle autorità competenti.

Quanto costa richiedere un vaglia postale

A seconda della tipologia richiesta sono naturalmente differenti i costi da sostenere. Il titolo più economico è il vaglia postale circolare che ha una commissione di 3 euro, ma è gratis se richiesto con addebito sul conto corrente. Il vaglia internazionale ha una commissione unica di sei euro a carico del mittente ed il vaglia veloce un costo di dieci euro. Il vaglia ordinario, invece, se richiesto presso lo sportello postale costa sei euro, tramite procedura on line invece la commissione si riduce a euro 2,50.

Come richiedere un vaglia postale on line

Solo per i titolari di Banco Posta e con addebito diretto sul conto corrente, è possibile in modo semplice ed immediato, richiedere dal proprio computer l’emissione di un vaglia postale ordinario. Dopo aver effettuato l’accesso alla propria area riservata, si seleziona il campo “invio denaro” che prevede la possibilità di emettere il vaglia. La procedura è rapidissima ed ha un costo ridotto rispetto allo sportello postale.