Findomestic Banca: i principali finanziamenti proposti dalla banca ai privati

In un contesto finanziario assai eterogeneo e complesso, il settore dell’erogazione del credito al consumo riveste particolare importanza per i piccoli e grandi risparmiatori.

In conseguenza degli ultimi anni contrassegnati da un panorama economico assai desolante e con una certa difficoltà di accesso al credito attraverso i canali tradizionali, ha sempre preso maggior vigore il ricorso ad Istituti di Credito specializzati nel settore e dotati di una piattaforma web agile ed efficiente.

L’evoluzione dei canali internet, ad esempio, ha consentito ad aziende leader nel settore dell’erogazione del credito di semplificare e snellire i processi burocratici che precedono la concessione dei finanziamenti con una sensibile riduzione nei tempi previsti per l’erogazione vera e propria.


A causa di questa rivoluzione del tessuto socio economico, dunque, il mercato ha premiato in misura assai lusinghiera tutti gli Istituti che nel tempo hanno saputo rinnovarsi mantenendosi al passo coi tempi ed offrendo forme tecniche di finanziamento sempre più competitive e personalizzabili in base alle esigenze dei singoli.

Leader di mercato nel settore ed in continua espansione, Findomestic Banca è una realtà con caratteristiche di eccellenza e professionalità nel settore creditizio.

Cerchiamo di scoprire, allora, quali sono i suoi trascorsi storici attraverso i quali è arrivata a detenere un fetta di mercato di tutto riguardo.

Findomestic Banca: la banca dedicata ai finanziamenti

La costituzione di Findomestic SpA risale al settembre del 1984 grazie ad un accordo fra la Cassa di Risparmio di Firenze e una società francese specializzata in credito al consumo (la Cetelem). Il capitale sociale iniziale fu di 5 miliardi di Lire sottoscritto in differente misura da vari Istituti di Credito (tra cui Cassa di risparmio di Firenze, Cassa di Risparmio di Pescia e Pistoia e Banco di Sardegna), società di leasing e società operanti nel credito al consumo. Socio di maggioranza iniziale, con il 30% delle quote disponibili, fu la Cetelem.

L’attività di concessione creditizia inizia ufficialmente l’anno successivo con una prima richiesta di finanziamento formalizzata da un imprenditore operante nella compravendita di automobili. A dicembre dello stesso (il 1985), Findomestic SpA è già riuscita ad affermarsi sul mercato convenzionando oltre 700 esercizi commerciali.

Mostrandosi già precursore dei tempi, Findomestic SpA lancia sul mercato la prima carta di credito a rimborso rateale; non siamo ancora ai tempi attuali, nel 1988 tali carte operano solo su un mercato ristretto.
Bisognerà attendere il 1992 per trovare la prima carta revolving operante su un circuito nazionale; si tratta della celebre Carta Aurea che rappresenta un vero elemento di rottura in un mercato in evoluzione.

Findomestic, sfruttando la rapida evoluzione delle piattaforme internet e dei collegamenti telematici, avvia nel 1989 una fitta rete comunicativa che consente agli esercizi in convenzione di inserire le richieste in forma telematica semplificando in tal modo le procedure e contenendo i tempi di risposta.

Nel 1994 Findomestic è già leader di mercato e può vantare erogazioni per oltre 1.000 miliardi di Lire.

Nel 1996 Carta Aura, convenzionata con il marchio Mastercard, valica i confini nazionali e diventa utilizzabile anche all’estero.

Tre anni dopo, nel 1999, Findomestic diventa Banca a tutti gli effetti e cambia il suo nome in Findomestic Banca SpA; nel 2000 unendo le forze con i settori Leasing e Sviluppo diventa un vero e proprio Gruppo.

L’evoluzione è rapida ed inarrestabile; il gruppo Findomestic, grazie a collaborazioni importanti (come quella con Conforama) a vent’anni esatti dalla costituzione detiene il 13% del mercato nazionale ed opera con oltre 2.000 dipendenti.

Nel 2006 il Gruppo Findomestic costituisce la Bieffe5 con lo scopo di promuovere e diffondere l’attività di cessione del quinto ed allarga ulteriormente i propri confini di business.

Nel 2011 Findomestic viene acquisita interamente dall’Istituto Francese BNP Paribas; negli ultimi 8 anni il gruppo ha avviato molteplici iniziative, aperto sportelli in varie città ed ha consolidato repentinamente la propria leadership di mercato.

I principali finanziamenti offerti dal Gruppo Findomestic

Da sempre attenta alle esigenze della clientela privata, Findomestic articola la propria offerta di finanziamenti attraverso tre categorie principali:

1. Le carte revolving

Si tratta di carte di credito appoggiate al circuito internazionale Mastercard a rimborso rateale mediante addebito su conto corrente. L’utente può utilizzare il massimale a disposizione strisciando la carta nei negozi convenzionati, per acquisti on line o per richiedere un anticipo di contante.

2. La cessione del quinto dello stipendio

Si tratta di una particolare tipologia di finanziamento rivolto a pensionati e a lavoratori dipendenti. L’importo massimo erogabile dipende dal reddito complessivo del richiedente e l’importo rateale per la restituzione viene direttamente trattenuto dalle competenze mensili o dal cedolino pensionistico (l’importo della rata non può superare un quinto dell’emolumento).

3. I prestiti personali

Core Business dell’attività del Gruppo Findomestic è l’erogazione di prestiti personali a clientela privata. L’offerta proposta alla clientela è assai ampia ed eterogenea.

Possono essere contratti prestiti al consumo (finalizzati, ad esempio, all’acquisto di un certo bene o servizio) oppure prestiti non finalizzati (senza una destinazione d’uso ben precisa).

I finanziamenti vengono erogati a tasso fisso o variabile e sono estremamente flessibili e modulabili in termini di importo e durata a seconda delle esigenze della clientela.

La richiesta di un finanziamento può essere concretizzata in via telematica con tempi di risposta contenuti in 48 ore oppure recandosi personalmente in uno sportello Findomestic. La documentazione da produrre si riduce a documenti anagrafici e a documenti reddituali (modello 730 o Unico) e l’erogazione, assai rapida, in genere avviene su un conto corrente di riferimento presso qualsiasi Istituto di credito.