Come e Dove Investire nel 2019? Risparmi al Sicuro, Tutte le Strade per Far Fruttare i Tuoi Soldi

La crisi economica ha causato enormi cambiamenti a livello globale, facendo aumentare l’inflazione e diminuendo il potere d’acquisto dei consumatori. Ad oggi quindi, occorre effettuare investimenti oculati a far fruttare i propri risparmi, in modo tale che non vengano divorati dall’inflazione e dai costi quotidiani.

Dove investire

La prima cosa da analizzare è capire la differenza tra investimenti buoni ed investimenti cattivi. Gli Investimenti buoni sono quelli che nel breve, nel medio o nel lungo periodo fruttano interessi, in grado di far percepire all’investitore un utile, un esempio è una casa da mettere a rendita, che ogni rata d’affitto permette di coprire i costi ed avere un ricavo. Gli investimenti cattivi invece sono quegli investimenti che nel lungo periodo, portano a dei costi o alla svalutazione del bene. Un esempio di investimento cattivo è l’automobile, in quanto un bene di consumo soggetto ad un’enorme svalutazione, come anche oggetti elettronici e telefoni cellulari.
Quindi per prima cosa occorre mettere da parte gli investimenti cattivi e concentrarsi su quelli buoni.

L’investimento Immobiliare

Da sempre, l’investimento immobiliare, è stato uno dei preferiti, soprattutto in italia, grazie anche alle origini contadine dalle quali discendiamo, che vedevano come fondamento, l’acquisizione di una casa dove vivere, un bene rifugio da vendere in caso di necessità e comunque un tetto sotto il quale stare, senza dipendere da affitti. Negli anni del boom economico così, migliaia di italiani acquistarono case e seconde case, credendo nell’investimento immobiliare come un bene sicuro. Ad oggi, molte di queste persone si trovano con case sfitte o vuote, e per molti diventa problematico il mantenimento a livello di costi e di tempo. Così il valore immobiliare negli ultimi anni è sceso drasticamente, grazie anche ad una minor capacità d’acquisto da parte dei consumatori, poichè le banche concedono più difficilmente mutui rispetto a tempo fà, concedendoli solo a coloro i quali sono in grado di prestare garanzie.


Proprio per questo è il momento giusto per investire in immobili, ma non da adibire a prima casa, ma da utilizzarsi per generare entrate, affittandoli o acquistandoli ad un prezzo molto vantaggioso, per poi rivenderli ricavandone un utile. Per acquistare un’immobile da investimento, occorre effettuare una valutazione su quanto può apportare di utile quell’immobile, considerando tutti i lati positivi e negativi, (zona, contesto, presenza di un parcheggio, servizi ecc..) poichè più l’immobile avrà attrattività positive e maggiore sarà il profitto di locazione o vendita che si porà percepire. Quindi ad oggi, è possibile effettuare ottimi affari in campo immobiliare, ma non bisogna affrettarsi, dapprima occorre effettuare una valutazione, anche con l’usilio di professionisiti, che possano consigliare la strategia migliore di acquisto e trarne maggiori profitti.

Trading

Ad oggi si sente parlare molto di trading online, ma di che cosa si tratta? E’ un buon metodo di investimento? Il trading online, è la compravendita di titoli, nei vari mercati azionari. Si possono effettuare investimenti nei metalli preziosi, nelle materie prime, nei titoli di stato, in azioni e persino in cryptovalute. Il trading online è un metodo molto veloce per effettuare grandi guadagni, ma si è esposti al rischio, perchè a seconda dell’andamento di mercato è possibile guadagnare, ma anche perdere denaro.

Quindi proprio per questo la prima regola del trading è investire una cifra che proporzionata alle entrate ed alla capacità economica di ognuno, in caso di perdita del capitale, non influenzi il proprio stile di vita. Per seconda cosa occorre studiare molto per essere un buon trader, sicuramente almeno un anno, per essere pronti ad effettuare le prime strategie in maniera corretta. Molti portali consentono di aprire conti demo gratuiti, che permettono di effettuare tutte le operazioni di acquisto e vendita, usando denaro virtuale, senza investire proprio denaro se non si è ancora pronti. Si sente parlare molto anche di bitcoin e cryptovalute. Esse sono valute, non regolate dalle banche centrali. Hanno però la caratteristica di essere molto volatili, cioè di acquistare o perdere valore in un tempo molto rapido, proprio per questo, anche in questo ramo di investimenti, occorre essere in grado di prevedere per tempo le strategie di aquisto o vendera per concludere delle buone operazioni. Qundi, per essere dei buoni trader e ridurre al minimo i rischi, occorre essere ben preparati, prima eseguire operazioni, riducendo al minimo il rischio.

Investire in metalli preziosi

I metalli preziosi, data l’inflazione e la svalutazione monetaria, stanno acquisendo sempre più valore, sono considerati bene rifugio. Proprio per questo motivo, è consigliato investire in oro, argento, palladio, nikel, diamanti ecc.. Materiali preziosi che acquistano sempre più valore e non sono soggetti a svalutazione, ma acquistano sempre più valore con il passare del tempo.

Investire in brevetti, marchi, ed attività di business

Anche aprire un attività di business, può rivelarsi un ottimo investimento, soprattutto se si ha la possibilità di depositare un brevetto o un marchio, che obbliga i terzi al pagamentoto di una quota in caso di utilizzo del brevetto o del know how. Occorre soltanto avere un’ottima idea, che si differenzi dalle altre, pianificare una strategia di business e depositare il proprio brevetto. Come tutte le attività imprenditoriali, occorre essere degli ottimi business man ed avvalersi di buoni collaboratori, che facciano fruttare la propria strategia di business.

Non lasciare i soldi in banca

L’inflazione per definizione, è l’aumento dei prezzi in un determinato periodo, che fa diminuire il potere d’acquisto della popolazione. Accumulando denaro su un conto correne, senza investirlo, comporta a colui che lo detiene, una maggiore propensione alla perdita di quel denaro, a causa dell’inflazione, in quanto, aumentando i prezzi, per acquistare, occorrerà erogare più denaro, diminuendone con il tempo la disponibilità.

Proprio per questo, occorre investire oculatamente in beni o attività, in grado di apportare ad un utile nel futuro, intaccabili il meno possibile dall’inflazione e svalutazione, abbandonando gli investimenti cattivi e studiando strategie per effettuare investimenti buoni. Per fare ciò potrebbero essere necessarie leve finanziarie, cioè prestiti o mutui che diano la possibilità di concludere un determinato investimento, ma abbandonando gli investimenti cattivi ed avendo la possibilità di prestare garanzie alle banche, tramite l’effetto leva, è possibile moltiplicare esponenzialmente il ricavo finale.

Occorre quindi ad oggi per essere dei buoni investitori, studiare le giuste strategie, avvalendosi anche di esperti ed effettuare investimenti mirati, non soggetti a svalutazione e che possano apportare utili in un breve-medio periodo.