Bonus Cultura 2019: cos’è 18app e come spendere i 500 euro

Il Bonus Cultura è un’iniziativa curata dal MiBAC, il “Ministero per i Beni e le Attività Culturali” nonché dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la finalità di promuovere la cultura in ogni sua forma al mondo dei giovani. Il Bonus, destinato ai nati nell’anno 2008 e che quindi, nel 2018, hanno compiuto la maggiore età, offre la possibilità di ottenere 500€ che saranno possibili spendere in cinema, concerti, musica, eventi culturali, libri, musei, corsi di lingua straniera, teatro e tutto ciò che può essere considerato rilevante a livello culturale. Sarà possibile registrarsi, per i ragazzi, fino al 30 giugno 2019 per quanto riguarda 18app, e fino al 31 dicembre 2019 per usufruire e spendere il Bonus Cultura. Tra l’altro, nella nuova Legge di Bilancio 2019, è stato approvato l’emendamento per la proroga del Bonus, estendendolo anche ai nati nell’anno 2001.

Il Bonus ha una finalità decisamente nobile. Nasce difatti con l’intento di sensibilizzare i ragazzi verso la cultura, per stimolare l’apprendimento e per avvicinarli all’arte in ogni sua forma. Il messaggio che il Ministero cerca di far passare è che imparare è bello, sopratutto se lo si fa magari assistendo a uno spettacolo oppure partecipando ad un corso o ancora davanti ad un bel libro. 18app, in un paese dove purtroppo di cultura si parla (troppo) poco, è un‘iniziativa molto importante e tende la mano a chi, in quello stesso paese, un giorno rappresenterà il futuro.
Introdotto dal Governo Renzi, rinnovato da Gentiloni ed infine nel 2019 dal governo “gialloverde”, il Bonus Cultura è stato esteso anche ai diciottenni stranieri con residenza italiana, inizialmente esclusi dal beneficio. Il numero dei potenziali beneficiari sale quindi a quasi 600.000 ragazzi.
Ricapitolando, potranno accedere all’iniziativa tutti i giovani che hanno compiuto nell’anno 2018/19 la maggiore età e che siano cittadini italiani, oppure di Stati Membri UE oppure extracomunitari che siano ovviamente in possesso di un permesso di soggiorno regolare,

Che cos’è 18app

18app è un’applicazione web, smartphone e tablet, che offre la possibilità, a coloro che hanno compiuto la maggiore età nel 2018, di ottenere 500€ da poter spendere in attività con finalità culturali.
Come anticipato rientrano in questa categoria ad esempio i monumenti, i parchi, i libri, cinema, teatri, etc… Per poter materialmente spendere tale bonus, si dovrà prima necessariamente effettuare la procedura di registrazione con la propria identità digitale (SPID), e una volta accettata la normativa a fine registrazione, si potrà cominciare a creare buoni fino ad un massimo di 500 €.


Basterà verificare il valore del bene di cui si vorrà usufruire, e generare un buono di pari valore. Una volta creato il buono, per poter essere presentato all’attività commerciale interessata e aderente all’iniziativa, si potrà stamparlo oppure salvarlo sullo smartphone. Alla pagina https://www.18app.italia.it/BeneficiarioWeb/#/dove, sarà possibile consultare l’elenco completo delle esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa, suddiviso per categoria, localizzazione, etc…

L’elenco è decisamente lungo, una miriade di micromondi culturali, dove chi si affaccia all’età adulta, potrà appunto spendere il buono, regalandosi un’opportunità.
18app è anche un modo per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della formazione, requisito oramai imprescindibile per ogni persona che voglia “sopravvivere” nel mondo del lavoro odierno, in continua evoluzione.

I controlli sul Bonus Cultura e le relative sanzioni

Il MiBAC ovviamente, per prevenire abusi del bonus, vigilerà attivamente sul corretto utilizzo della carta e, nel caso dovesse rilevare usi difformi o violazioni sulle norme accettate del decreto, potrà disattivare il Bonus o cancellare il beneficiario dall’elenco di una o più strutture. Inoltre sono previste ulteriori sanzioni previste dalle normative vigenti.

In conclusione

Il Bonus Cultura 2019, grazie anche allo sviluppo dell’applicazione dedicata, nonché alla moltitudine di esercizi commerciali che hanno aderito in massa, sta riscuotendo un enorme successo. 18app ha la finalità di rendere più smart la fruizione del Bonus anche perché sarà possibile, una volta scaricata ed effettuato l’accesso con l’identità digitale SPID, tenere sotto controllo la rendicontazione delle uscite, per evitare che qualche ragazzo possa spendere più dell’importo concesso dal Bonus o ne possa venire fatto un uso “fraudolento”.