Friuladria Crédit Agricole: la storia della banca ed i principali prodotti finanziari offerti

Friuladria Crédit Agricole è un istituto bancario attivo dal 1911, si tratta di quella precedentemente conosciuta come Banca Popolare FriulAdria, facente oggi parte del Gruppo Credit Agricole Cariparma. La sede centrale si trova a Pordenone dove è sempre stata in Piazza XX Settembre- Sul territorio regionale sono presenti 201 punti vendita, 182 sportelli e alcuni centri primati e di impresa.

Storia della banca Friuladria Crédit Agricole

La Banca nasce il 15 ottobre del 1911 con il nome Cooperativa Popolare di Pordenone, a quel tempo impegnata in mutualità e risparmio, soprattutto per il territorio locale. Tra i fondatori erano presenti molti consiglieri comunali della regione. La banca nomina alla presidenza Antonio Polese, sindaco della città e molto impegnato tra la borghesia di Pordenone. Il primo direttore fu Italo Valerio, procuratore della Banca Commerciale e vicedirettore della Banca Friulana di Gorizia. La Banca resistette egregiamente alle due Guerre Mondiali, contribuendo a suo modo al miracolo economico del Paese. In questo periodo inizia la sua espansione e per questo ingloba due banche locali.

Negli anni Settanta l’Istituto cresce ed è tra le principali banche della regione con una rete capillare sul territorio e ottimi flussi che aiutano nella ripresa del sistema di quel decennio. Nel giro di pochi anni con tante nuove aperture gli sportelli si quadruplicano. La Banca continua ad investire, intensifica l’attività e i rapporti con banche affini. La denominazione cambia e diventa FriulAdria per la contrazione di Friulana e Adriatica. Nel tempo lo stampo regionale della stessa è stato sempre mantenuto vivo come motivo di vanto. L’intento è quello di riunire tutte le banche Popolari in un solo istituto ma questo sogno sfuma così la banca nel 1999 decide di entrare a far parte del Gruppo Intesa. Con questo passaggio nel 2000 l’Istituto diventa il principale a livello regionale con 14mila soci e quasi duecento filiali sul territorio.


La fusione successiva tra Banca Intesa e Sanpaolo nel 2006 ha portato FriulAdria a dare vita insieme a Cariparma ad un nuovo gruppo nato ufficialmente un anno dopo e principale mercato europeo dopo la Francia. FriulAdria così ha acquisito gli sportelli Sanpaolo prima ceduti e ha consolidato la sua presenza sul territorio con nuove sedi, acquisendo anche dal Gruppo Intesa le filiali nelle province. Nel 2015 la direzione generale è stata affidata a Roberto Ghisellini.

Prodotti finanziari di FriulAdria

FriulAdria si occupa di privati, imprese, professionisti con un diversificato pacchetto pensato sulle esigenze di ognuno. Per quanto riguarda i privati ci sono una serie di conti disponibili, i tre profili sono Easy, Smart e Full che offrono differenti impostazioni, costi e profili. Sono anche disponibili il Conto base e il Conto Adesso.

Per il business è invece disponibile il Conto Affari in tre modalità, base, medium o large con attivazione del POS, domiciliazione delle utente e servizio internet. Tra le carte c’è un’ampia gamma tra credito e debito. Nelle carte di credito è possibile optare per Nexi Classic, Nexi Gold, American express o Cartesia con cui rateizzare le spese. Tra le carte di debito sono presenti invece EasyPlus e EasyCash perfetta per chi viaggia spesso o vuole fare spese ovunque. La CartaConto è una prepagata e ricaricabile disponibile anche come PaySmart che può essere collegata direttamente allo smartphone. Per il mondo degli affari è disponibile Carta Deposita e la carta di credito Nexi Business.

Anche il pacchetto finanziamenti è diversificato, nella sezione mutui destinati all’acquisto di un immobile vi è Mutuo Credit Agricole con tasso variabile e finanziamento flessibile, con una serie di caratteristiche interessanti come il Saltarata per saltare una rata all’anno, il Sospendirata per saltare fino a un anno di mutuo, Sospendiquota per sospendere la quota capitale del mutuo fino a due anni, Regolamutuo per variare il piano scelto. Tanti i piani di ammortamento disponibili e le agevolazioni per l’acquisto di immobili. È comunque disponibile anche il mutuo base a tasso fisso.

Anche la sezione prestiti è ben nutrita con differenti tipologie di finanziamenti a medio e lungo termine per acquisti di ogni tipo. Il prestito personale va da 2mla a 75mila euro da restituire in 120 rate massimo. Le aziende invece hanno un pacchetto di bonus e prestiti studiati su misura per far fronte alle esigenze di liquidità e per agevolare l’imprenditoria femminile sia a livello nazionale che internazionale.